ConsulenTia19_bologna_781x498

Etica e Competenza, i driver del futuro

“Etica, competenze, remunerazione”. Sono queste le tre parole chiave che hanno accompagnato l’edizione autunnale di ConsulenTia, la manifestazione organizzata da Anasf che quest’anno ha fatto tappa a Bologna. Tre parole che segnano il futuro della consulenza finanziaria e che racchiudono numerose sfide.

A interpretare il claim dell’appuntamento “Una professione di valore” è stato il keynote speaker Stefano Zamagni, economista e professore di Economia Politica presso l’Università di Bologna, che, dopo i saluti istituzionali di Stefano Bonaccini, presidente della regione Emilia-Romagna, ha conquistato la platea di consulenti finanziari con una lectio magistralis sul mondo della finanza e sul concetto di etica, ripercorrendone le origini e individuandone le funzioni e gli effetti nella società. Tra questi la corretta ed efficace distribuzione della ricchezza tra i cittadini.

“Voi consulenti finanziari, a mio avviso, siete dei cordai” ha affermato il professore dell’Università di Bologna, “Agendo come intermediari tra le società e i risparmiatori, avete la necessità di riallacciare le corde della fiducia che sono state tagliate. Dovete pretendere questo riconoscimento, sia in ambito civile, sia in ambito politico. Se passa questa linea le cose cambiano”.

Dalle parole del prof. Zamagni è emersa la necessità di restituire alla finanza il suo ruolo strategico, di fare della fiducia un elemento centrale per le attività finanziarie e di utilizzare le conoscenze e le competenze per consolidare il rapporto di fiducia con il risparmiatore. Il dibattito che ne è seguito ha risposto alle sollecitazioni dello speech di apertura e ha visto approfondire questi temi da Fabrizio Antolini, presidente del corso studi di economia Università di Teramo e presidente eletto della società italiana di scienze del turismo; Maurizio Bufi, presidente dell’Associazione; Anna Genovese, Commissario Consob; e Mauro Meazza, caporedattore centrale de Il Sole24Ore.

“Oggi voi gestite un rapporto solo personale” ha continuato il professor Zamagni. “Ma le corde che costruite e costruirete devono essere gettate ad ampio raggio, non solo verso una cerchia ristretta di famiglie. Dovete recuperare la vostra funzione di cordai. Dovete adoperare le vostre competenze per riallacciare quelle corde che negli ultimi tempi sono state tagliate nel mondo della finanza”.

Una sfida enorme che è stata condivisa dal presidente Anasf, Maurizio Bufi: “Il prof. Zamagni ha saputo interpretare il tema del nostro convegno con grande lungimiranza, offrendoci spunti che auspichiamo vengano raccolti dagli attori del nostro settore, a cominciare dai consulenti finanziari”, ha commentato il Presidente Anasf Maurizio Bufi. Richiamando i risultati della recente ricerca condotta su oltre mille consulenti finanziari il presidente Bufi ha voluto sottolineare il valore della finanza etica per la categoria che riconosce in questo tema un’opportunità di sviluppo. L’obiettivo è quello di offrire un servizio agli investitori sempre più completo e convergere su una consulenza avanzata, che sia “compliant” con i concetti di trasparenza, correttezza, attenzione ad ambiente e sostenibilità.

I temi del convegno inaugurale sono stati infine proposti in un’accezione più operativa durante il seminario “La consulenza finanziaria: creazione di valore per i singoli e la società”, tenuto da Massimiliano Marzo, professore di economia del Dipartimento Scienze Aziendali dell’Università di Bologna. Un ruolo sociale, quindi, quello del consulente, che trova ulteriore espressione nel contatto quotidiano con i clienti e in particolare nella sua attività di educatore finanziario. In tale ambito, a ConsulenTia sono stati due gli appuntamenti svolti -tra i primi ad aprire il ricco calendario del Mese dell’Educazione Finanziaria, promosso dal Comitato preposto del Mef, e della Wiw, la World Investor Week, coordinata in Italia da Consob: uno per i ragazzi delle scuole superiori di Bologna, per una lezione speciale loro riservata di “economic@mente – metti in conto il tuo futuro”, progetto di educazione finanziaria di punta dell’Associazione da ormai 10 anni, che ha visto i giovani presenti interagire con il docente e tra di loro la mattina del 1° ottobre, e l’atro rivolto ai risparmiatori dal titolo “Pianifica la Mente – metti in conto i tuoi sogni”, che si è tenuto il 2 ottobre.

“Siamo felici di aver portato ConsulenTia e i temi della professione a Bologna”, ha commentato Germana Martano, Direttore Generale Anasf. “L’Associazione vuole offrire momenti di confronto di elevata qualità e posso dire che ancora una volta ci siamo riusciti. L’appuntamento è quindi per il 4, 5 e 6 di febbraio per la tappa nazionale dell’evento che si svolgerà a Roma”, ha concluso Martano.

Condividi sui social:

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Ultimi articoli

Copyright 2019 Eurovita S.p.A. | P.I. 10637370155 | All Rights Reserved
Legal policy | Privacy Policy & Cookies
Powered by Open Financial Communication - Advisor

Quanto pubblicato sul Sito non costituisce una sollecitazione al pubblico risparmio, un’offerta o un invito ad acquistare o a vendere le attività finanziarie o assicurative summenzionate, nonché una consulenza di investimento, o invito all’investimento, o consulenza legale, fiscale o finanziaria. L’utilizzo del Sito non comporta l’insorgere di alcun rapporto contrattuale tra Eurovita S.p.A. e gli Utenti. Per l’acquisto di uno dei nostri prodotti è opportuno che l’utente si rivolga ad uno dei nostri distributori elencati nell’apposita sezione del Sito al fine di verificare la veridicità e la correttezza delle informazioni relative ai prodotti in collocamento e l’opportunità dell’acquisto in relazione alle personali esigenze e caratteristiche reddituali/finanziarie/economiche.