The-Macallan_781x498

Passioni: nel 2018 vince il whisky, seguono le monete e il vino

Tra gli oggetti dei desideri di quest’anno il whisky si posiziona ai vertici della classifica. A certificarlo è il Knight Frank Luxury Investment Index, nel Wealth Report del 2019, giunto alla sua tredicesima edizione.

Una bottiglia di The Macallan 1926, dipinta a mano da Michael Dillon, infatti, è stata venduta da Christie’s per 1,5 milioni di dollari, diventando la bottiglia di whisky più costosa.

Continuando a scorrere si trovano al secondo posto sul podio delle “meraviglie” le monete, seguono poi arte e vino, con pari percentuali di gradimento.

L’arte resta l’investimento privilegiato con la vendita di un ritratto di un artista (Pool with Two Figures) di David Hockney, battuto da Christie’s per 90 milioni di dollari e rappresentando il lavoro più costoso di un artista vivente. A New York, la vendita primaverile di Christie’s di 833 milioni di dollari di 1.500 oggetti appartenenti alla tenuta Rockefeller è stata l’asta più alta di sempre per una singola collezione.

Anche Sotheby’s ha riportato risultati soddisfacenti. A Londra in ottobre, Jenny Saville’s Propped ha venduto 12,5 milioni di dollari, raddoppiando considerevolmente le sue stime e battendo il record di un’artista donna. Un mese dopo, The Businessmen di Jacob Lawrence ha triplicato la sua stima, vendendo per 6,2 milioni di dollari a New York.

Per quanto riguarda il vino invece, lo scorso anno si è assistito a una rapida ascesa dei prezzi dei Burgundi, con i migliori Grands Crus delle “R” (Raveneau, Romanée-Conti, Roumier e Rousseau) in accelerazione, che hanno portato l’indice della Borgogna a salire del 33%. Nello specifico la bottiglia del 1945 Romanée-Conti è stata venduta da Sotheby’s per 558.000 dollari.

Per quanto riguarda le auto d’epoca, l’indice HAGI Top per le auto classiche rare, che comprende 50 modelli da 19 marchi, è aumentato di quasi il 2,5% nel 2018. I nuovi operatori del mercato entrati cinque anni fa sono usciti. Di conseguenza, ci sono molte opportunità per gli acquirenti nel mercato attuale. I punti salienti dell’anno si sono raggiunti con la vendita di due Ferrari 250 GTO degli anni ’60 per 48 milioni  di dollari (un record d’asta) e 70 milioni di dollari (privatamente).

Infine per i gioielli, va detto che nonostante il settore abbia perso il 5% lo scorso anno, è stato messo a segno un record: il pendente con perle Marie Antoinette, venduto Sotheby’s per 36 milioni di dollari. Si tratta del più costoso gioiello di perle venduto all’asta.

Condividi sui social:

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Ultimi articoli

Copyright 2019 Eurovita S.p.A. | P.I. 10637370155 | All Rights Reserved
Legal policy | Privacy Policy & Cookies
Powered by Open Financial Communication - Advisor

Quanto pubblicato sul Sito non costituisce una sollecitazione al pubblico risparmio, un’offerta o un invito ad acquistare o a vendere le attività finanziarie o assicurative summenzionate, nonché una consulenza di investimento, o invito all’investimento, o consulenza legale, fiscale o finanziaria. L’utilizzo del Sito non comporta l’insorgere di alcun rapporto contrattuale tra Eurovita S.p.A. e gli Utenti. Per l’acquisto di uno dei nostri prodotti è opportuno che l’utente si rivolga ad uno dei nostri distributori elencati nell’apposita sezione del Sito al fine di verificare la veridicità e la correttezza delle informazioni relative ai prodotti in collocamento e l’opportunità dell’acquisto in relazione alle personali esigenze e caratteristiche reddituali/finanziarie/economiche.